Come proteggere la webcam dei computer aziendali dagli hacker

webcam hacker | camfecting | proteggere la webcam

Lo sapevi che la webcam del computer con cui lavori può essere oggetto di attacchi hacker e diventare così un pericolo per la sicurezza informatica aziendale? Gli hacker, infatti, sono in grado di prendere il controllo dei dispositivi per sottrarre informazioni riservate e non è raro che lo facciano sfruttando la vulnerabilità della webcam o del microfono.

Molte persone per difendere la propria privacy posizionano un pezzo di nastro adesivo per coprire l’obiettivo della webcam sul proprio pc fisso o notebook. È una forma di precauzione molto utile e a costo zero, ma sicuramente possono esserci dei metodi più efficaci a cui ricorrere.

Sono innumerevoli i casi di utenti, sia in ambito privato sia professionale, che sono stati vittime di questo pericolosissimo attacco per essere spiati attraverso la webcam del computer. Ovviamente, gli hacker non possono prendere possesso “dal nulla” di un computer, ma solitamente le vittime aprono loro la strada aprendo un software malevolo o cliccando un link pericoloso.

Sapere come difendersi da questo tipo di attacchi è fondamentale in azienda, innanzitutto per tutelare la privacy dei propri dipendenti e collaboratori e per prevenire il furto di dati. In questo articolo, approfondiamo il fenomeno e cerchiamo di capire come è possibile proteggere i propri device da ingressi non autorizzati.

Camfecting: di cosa si tratta?

Il termine camfecting deriva dall’unione di “cam” e “infect” ed è utilizzato per indicare che la webcam di un pc è stata hackerata. Avere una webcam integrata all’interno dei dispositivi è molto comodo, ma questo la rende vulnerabile verso gli attacchi informatici: introdursi all’interno della webcam di un pc, azionarla a distanza e avere piena visione di ciò che accade al di là del monitor è piuttosto semplice per un hacker.

È sufficiente infettare il pc della vittima con un particolare tipo di malware, i RAT (trojan ad accesso remoto), per riuscire a prendere il pieno controllo del computer, compresa la videocamera e il microfono. Il malware viene inoltrato alla vittima attraverso:

Per questo motivo è necessario aumentare la consapevolezza nei propri dipendenti e collaboratori e dissuaderli dall’aprire mail, allegati o file sospetti. Anche nel caso in cui si riceva una mail da un proprio collaboratore o da un ente istituzionale, bisogna sempre fare attenzione ai dettagli, perché gli hacker sono molto bravi a travestire i loro tentativi attacco per farli apparire come innocui messaggi di posta o pagine web.

Non sono soltanto le videocamere dei computer a essere a rischio: lo stesso vale anche per gli smartphone: in questo caso, il tentativo di hackeraggio può avvenire sempre attraverso l’invio di link e materiale malevolo oppure tramite l’installazione manuale di un software di spyware. È quindi importantissimo non lasciare mai i propri device incustoditi, soprattutto quelli utilizzati per lavoro.

Una volta scaricato il malware, verrà installato sul pc del malcapitato un software di camfecting che ha le stesse funzioni del software originale della fotocamera e può essere anche utilizzato per registrare video, con l’unica differenza che non è la vittima a controllarlo.

Ma come capire se la webcam di un pc è stata hackerata? Ne parliamo al paragrafo successivo.

webcam hacker | camfecting | proteggere la webcam

Come capire se la webcam è stata hackerata

Capire se c’è qualcuno che da remoto ti sta spiando sfruttando la webcam del tuo pc è molto difficile. Spesso le persone non si accorgono di quello che sta avvenendo perché gli hacker sono capaci di camuffare bene la loro intrusione: bisogna quindi imparare, innanzitutto, a difendersi dagli attacchi.

Tuttavia, se hai cliccato qualche link sospetto o scaricato un file di dubbia provenienza, ci sono alcune mosse che puoi attuare per capire se un hacker si è introdotto nel tuo pc e sta utilizzando la webcam per scopi illeciti.

  1. Controlla la spia della webcam: se noti che ogni tanto si accende anche se non stai utilizzando nessun programma che richiede una connessione video, molto probabilmente qualcuno si è introdotto nel tuo pc. Non basarti però esclusivamente su questo segnale, perché per gli hacker è facile riuscire a spiarti senza far accendere il led.
  1. Se trovi sul pc delle registrazioni audio e video che non hai fatto tu, sicuramente un hacker è riuscito a introdursi;
  1. Apri un programma che utilizza la webcam: se rileva un errore e ti dice che la webcam è già in uso, probabilmente è perché la sta utilizzando il software del cybercriminale.
  1. Assicurati che non ci siano app sospette o applicativi del browser che hanno il permesso di accedere alla webcam: se noti qualche applicativo sospetto, rimuovilo immediatamente.

Se seguendo tutti questi passaggi non hai rilevato nulla di strano rispetto al solito, allora è probabile che la tua privacy e quella della tua azienda siano al sicuro! Ma non abbassare la guardia: ecco qualche piccolo accorgimento che tu e i tuoi collaboratori potete utilizzare per difendervi.

Continua a leggere.

cam

Proteggere la webcam: ecco come difendersi

La soluzione più conosciuta per minimizzare il rischio di essere spiati è applicare un pezzo di nastro adesivo sulla videocamera. Questa espediente, però, non azzera la possibilità che un hacker installi sul pc un software malevolo per spiare le conversazioni e effettuare un furto di dati.

Per evitare di esporti al rischio di camfecting è necessario:

  • Assicurarti che il tuo antivirus sia sempre aggiornato e sia capace di proteggere anche contro i malware più recenti. Alcuni antivirus hanno anche una funzione che gli permette di controllare l’accesso alla webcam, avvisando ogni volta che qualche applicazione cerca di attivarla;
  • Se utilizzi un laptop, chiudilo quando non ci stai lavorando;
  • Quando un sito web o una app richiede l’accesso a microfono e webcam, concedilo solo se strettamente necessario;
  • Non effettuare download di file sospetti né cliccare sui link all’interno di email inoltrate da contatti non verificari.

Mettendo in pratica queste piccole accortezze, riuscirai ad abbassare drasticamente le possibilità che la webcam del tuo computer aziendale sia colpita dall’attacco di un hacker. Invita i tuoi dipendenti e i tuoi collaboratori a fare altrettanto e offri loro una corretta formazione in ambito di cyber security.

Se hai dubbi su come proteggere i dati e le informazioni della tua azienda, non esitare a contattare un team di esperti in ambito IT.

Call Now Button