Cosa fa il sistemista informatico?

sistemista informatico

Sistemista informatico: chi è? E di cosa si occupa?

Il sistemista informatico è responsabile della manutenzione e dell’installazione, oltre che del controllo costante dei sistemi informatici per aziende e organizzazioni. Il ruolo principale di questo professionista è l’amministrazione dei sistemi informatici per aziende di piccole o grandi dimensioni e società pubbliche o private.

Il sistemista deve gestire in modo ottimale gli elementi dei software e anche degli hardware in uso all’interno delle aziende private o delle pubbliche amministrazioni. Questo garantisce il funzionamento di ogni infrastruttura informatica, infatti non si occupa solo dei software ma anche di elementi come stampanti, periferiche video e audio, device, server, router, connessioni internet ecc…

Il sistemista è un conoscitore esperto di tutti i principali sistemi operativi e applicati, ed è in grado di proteggere il sistema informatico globale, ma anche di correggere e individuare eventuali malfunzionamenti, e riesce ad eseguire una buona manutenzione di eventuali software e hardware.

Amministrazione dei sistemi informatici: l’importanza del sistemista

Quella del sistemista informatico è sicuramente una figura necessaria all’interno di un’azienda pubblica o privata perché si occupa del benessere di tutto l’apparato informatico e di conseguenza anche della sua sicurezza. In base ai vari contesti, il sistemista può ricoprire innumerevoli mansioni, può occuparsi del semplice montaggio di una RAM, può collegare i computer alle reti LAN o wi-fi, o installare un nuovo software ecc…Tutte queste funzioni sono molto importanti specie in un mondo del lavoro che dipende sempre di più da internet e dalle relative funzioni. Infatti, un’azienda che lavora con i computer ha bisogno che l’intero sistema informatico sia sempre efficiente. Il sistemista riveste un ruolo importante anche dal punto di vista della sicurezza, infatti questo svolge delle operazioni volte a mantenere il sistema informatico il più sicuro possibile. Grazie alle sue competenze dunque questa è una figura che riesce a garantire la sicurezza, funzionalità e il possibile potenziamento dell’intero apparato informatico aziendale.

Le principali competenze di un sistemista informatico

Il sistemista informatico quando lavora in un’azienda o comunque come libero professionista per varie società, ha bisogno di avere diverse competenze alle quali attingere per riuscire a fornire in modo adeguato i servizi di cui hanno bisogno i suoi clienti o le aziende che li assumono. Le competenze di questa figura trasversale devono essere dunque molto ampie, ma tra le principali troviamo:

  • Conoscenza approfondita di: protocolli di rete, firewall, reti informatiche ecc…
  • Comprensione delle dinamiche dell’ambiente IT e capacità di diagnosi
  • Conoscenza di tutti i componenti degli hardware
  • Capacità di analizzare i flussi d’informazione e i software presenti all’interno di un’infrastruttura informatica
  • Comprensione della materia per la sicurezza dei dati e l’accesso a sistemi informatici
  • Essere in grado di fare correttamente il backup dei dati e i ripristini eventuali
  • Conoscenza ottimale dei sistemi virtuali

Tutte queste competenze possono essere acquisite in varie modalità da un sistemista informatico. Sicuramente, il percorso ideale è quello offerto dal sistema universitario, come la laurea in informatica e i relativi master di specializzazione. Questo non è l’unico percorso che permette di acquisire tali competenze infatti, ci sono sistemisti informatici che si formano con corsi di formazione specializzati al di fuori del classico percorso universitario.

Call Now Button